Posts Tagged ‘Corano’

Cartolina da Istanbul…

7 novembre, 2007

pict0129.jpg

Sura 33 del Corano, versetto 59: “O profeta, dì alle tue spose e alle tue figlie e alle donne dei credenti che si ricoprano dei loro mantelli; essi permetteranno di distinguerle dalle altre donne e di far sì che non vengano offese”.

 Appena si arriva a Istanbul milioni di bandiere rosse ti cingono per tutti gli angoli delle strade. No. Non è un giorno di festa. Il tempo necessario per capire che la città è così: un’enorme esagerazione! Una lingua di acqua nera la squarcia a metà e da una riva all’altra ti aspettano tutto e il contrario di tutto. Con carattere Santa Sofia e la Moschea Blu si guardano, si scrutano e sembrano delimitare il loro territorio con rito sacrale. Tutto è caos: ceste di cozze crude e limoni, fumo di sgombro alla piastra, carrettini di caldarroste, succo di melograno e narghilé. Come insetti impertinenti, bicchierini di tè caldo su vassoi di ottone percorrono chilometri di strada scandendo ciclicamente l’ora della preghiera. Il fascino misterioso del Corano echeggia dai minareti e trasforma le voci dei muezzin in una musica antica che immobilizza lo sguardo e la percezione spazio temporale della città. Burka della stessa sfumatura del Mar Nero e chador coloratissimi si fondono con lo stile ‘’libertino’’ della Turchia laica, come se il simbolo del velo si stia trasformando: da simbolo di arretratezza e disuguaglianza di genere, a segno di affermazione positiva di identità e del “nero è bello”. Cinque giorni hanno attraversato i sensi, portandoli lontano. Laggiù fino in Asia dove cielo e mare si toccano così come con la terra si toccano i binari del leggendario Orient Express. Cinque giorni si chiudono con l’immagine cartolina di una Istanbul addormentata tra le braccia materne del Bosforo. Una Istanbul che è questo e molto altro ancora…

Annunci