Archive for the ‘Cazzeggio’ Category

Un [insolito] augurio di Buone Feste!

23 dicembre, 2009

Omaggio…

13 luglio, 2009

ai salentini e amanti del salento… 🙂 non odiatemi… la trovo molto simpatica ed estiva!

Live long enough to find the right one

20 marzo, 2009

Rivoluzione edilizia… L’Italia a “5 stagioni”

12 marzo, 2009

ROMA – Silvio Berlusconi l’ha annunciato per il prossimo Consiglio dei ministri di venerdì. “Avrà effetti straordinari sull’edilizia” ha detto domenica il premier. Ora il piano-casa da 550 milioni sembra essere pronto. Fonti parlamentari anticipano le linee guida: una stanza in più per ogni abitazione; via libera all’abbattimento di vecchi edifici; sconti sulle tasse per ottenere dai Comuni il permesso di costruzione. E poi la costruzione di cinquemila nuovi appartamenti e la possibilità per un milione di inquilini di riscattare la casa popolare in cui abitano.

Dopo una serie di riunioni a Palazzo Grazioli con il presidente del Consiglio, la “rivoluzione” dell’edilizia è pronta, trascritta in una legge quadro di trenta cartelle. Già qualche Regione di centrodestra annuncia la propria adesione al progetto. Oltre al Veneto, anche la Sardegna (maddai, non l’avrei mai detto!!!?!ndr) si dice favorevoli alle nuove norme e la Lombardia annuncia un intervento a breve.

Ecco le misure chiave del testo.

Un milione di nuovi proprietari, 5.000 alloggi.
L’obiettivo del governo è quello di costruire cinquemila nuove alloggi popolari, ma potrebbero salire a 6.000 le abitazioni interessate dal piano considerando anche gli interventi di ricostruzione. A riscattare gli immobili popolari in cui vivono, potrebbero essere un milione di inquilini.

Ampliamento di case. Le abitazioni private potranno essere ingrandite fino a un tetto massimo del 20% del volume esistente; per tutte le altre tipologie di edifici la soglia del 20% è in riferimento invece alla superficie coperta.

La mia analisi (parziale) si ferma qua. sospetto che lo stratega abbia preso spunto dalla pubblicita’ di una nota compagnia telefonica…

Ecco come cambierebbe l’architettura delle nostre citta’..

vf-piu-carica

Adieu Claude!

21 gennaio, 2009

Sei arrivato chissà quando. Ti sei nascosto per un po’ di tempo nei meandri più infimi del mio scheletro. Poi un’innata sfrontatezza ti ha portato a esibirti in tutto il tuo spessore. Ti sei palesato in tutta la tua esuberante e vanagloriosa pienezza in un cocente pomeriggio di sole a Ravello, tra una mozzarella di bufala e un assolo di Einaudi. Ti ho conosciuto a fondo tra una cena con amici e un mattino calabro, umido come te.

A poco a poco mi sei diventato simpatico. Ti ho curato, ti ho coccolato, ti ho portato sempre con me. Con riguardo, sempre attento a non farti male. Mukka ti ha allevato, ti ha accudito, ti ha fatto sfogare nei momenti più difficili e dolorosi. Ti ho presentato un sacco di amici che all’inizio ti guardavano un po’ perplessi ma poi sono stati rapiti dal tuo sorriso gentile.

Domani te ne vai. Per la tua strada, finalmente. Sei cresciuto e non hai più bisogno di me. Io mi dico è stato meglio lasciarsi che non essersi mai incontrati. Addio.