“Intervengo io in prima persona…”

by

“Allora, perchè sei sconvolto?”
“Probabilmente oggi ho fatto più schifo io di chiunque altro nella storia del kung fu… Nella storia della Cina… Nella storia dello schifio!”
“Probabilmente…”
“I Cinque… Caspita, dovevate vederli! Mi odiavano una cifra!”
“Una cifra…”
“Come farà Shifu a trasformare me nel Guerriero Dragone?!… Insomma, io non sono come i Cinque… Non ho artigli, nè ali, nè veleno, perfino Mantide ha quelle… cosette… Forse dovrei mollare e tornare a fare gli spaghetti…”
“Mollare non mollare… Spaghetti non spaghetti… Ti preoccupi troppo di ciò che era e di ciò che sarà… C’è un detto: Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono. Per questo si chiama presente.”

Il saggio maestro Oogway conforta l’affranto e maldestro Po che non crede di poter diventare il Guerriero Dragone (KUNG FU PANDA )

[Se i governatori, i potenti, gli influenti, gli stessi lavoratori avessero visto il film Kung Fu Panda oggi (forse) Alitalia non sarebbe fallita. Che amarezza.]

Tag: , , , ,

10 Risposte to ““Intervengo io in prima persona…””

  1. mukkabike Says:

    20.000 nuovi disoccupati? Guardiamo il lato positivo: meno carne di porco e più braccia all’agricoltura…

    😀

  2. br4d Says:

    mi sembra evidente che in questo pseudo-fallimento (che, purtroppo per noi contribuenti, non ci sarà) ci sia tutto il fallimento di un sistema-Paese.
    – Imprenditori che non vogliono rischiare se non c’è un paracadute di stato e se non c’è uno scambio di favori.
    – Sindacati irresponsabili che si fanno guerra per guadagnare qualche iscritto.
    – Governo fanfarone e irresponsabile.
    – Opposizione inesistente, senza una posizione chiara, ridotta a un ologramma (Veltroni sta a New York a sistemare i mobili alla figlia, nel momento più critico della storia recente del Paese. E in tv ci vanno le spalline sempre più strette del perdente-Fassino)
    – Lavoratori contenti del fallimento della propria azienda.

    Consiglio equilibrio di giudizi e un link…
    http://www.corriere.it/politica/08_settembre_19/alitalia_verderami_95f1487e-860b-11dd-bef9-00144f02aabc.shtml

  3. Gasperino er Carbonaro Says:

    Concordo su molti punti…sistema paese, scambi di favore e quant’altro. Vorrei pero’ chiarire un paio di punti.
    Il primo e’ capire per quale motivo vogliono far passare la cgil come nemico comune perche’ e’ l’unica che si e’ messa di traverso. Semplicissimo, perche’ gli altri sindacati in Alitalia non hanno praticamente tessere, mentre il 70% dei lavoratori e’ iscritto alla cgil. E’ quindi l’unica sigla ad avere affiliati da rappresentare, la maggior parte dei quali con stipendi di 1.300 euro, a differenza dei piloti che prendono tra i 7 mila e 10 mila volando la meta’ delle ore dei colleghi europei. Cio’ non toglie che ultimamente il sindacato sia carta straccia, ma non dimentichiamo che mentre con il piano Spinetta gli esuberi sarebero stati 2000, adesso sono diventati 6 mila.
    La cosa che non si dice e’ che si tornera in regime di monopolio, soprattutto per la tratta Roma-Milano (la piu’ redditizia d’europa insieme alla Madrid-Barcellona), regalata ad Alitalia, alla faccia della normativa antitrust. La morale e’ che, come in ogni monopolio che rispetti, ci rimetteranno i clienti per i prezzi e i contribuenti per debiti della bad company.
    AirOne sara’ partner di minoranza, senza voto in cda, rimpinguera’ la flotta con suoi aerei ma brandizzati Alitalia, perche’? Andiamo a vedere chi gestira’ le autostrade abbruzzesi per i prossimi vent’anni?
    La Marcecaglia, che per solidarieta’ acquisira’ una quota del 5% circa…chi avra’ le commesse statali sull’acciaio per i prossimi dieci anni?
    La mia impressione e’ che non si voglia far entrare investitori stranieri, seppur competitivi, per regalarla e smembrala insieme agli amici…accrescendone il potere.
    Stessa cosa con Telecom, dove si sta cercando di fare muro per cacciare gli spagnoli di Telefonica chiedendo l’intervento di investitori arabi.
    Ieri pero’ i giornali spagnoli (solo loro) hanno parlato di trame berlusconiane, riportando a galla indiscrezioni circolate qualche tempo fa sul possibile interessamento del biscione per Telecom Italia.
    Tutto a nome dell’italianita’…l’italia agli italiani!
    a proposito, Iberia ha ventuto a British Airways con l’unica clausola di mantenere il brand. Quando voli iberia non mi sembra di essere a Londra…

    vaffanculo e FORZA ROMA LIMORTACCIVOSTRA!

  4. assauei Says:

    Ciao, io ho trovato il tuo blog cercando Kung Fu Panda. Visto che i politici e i sindacati si rimpallano le colpe su chi sia il colpevole del fallimento, voglio solo dire che la citazione del film che hai riportato sul tuo blog è molto bella. Per fortuna che ci sono film come questi che ti aiutano a togliere un po’ di amarezza.

  5. Gasperino er Carbonaro Says:

    Guardate er Marchese del Grillo…
    Tu pensa, quello che ha scritto la citazione e’ un panda!

    Assauei, non sarai mica della cordata libica?

  6. w4lls Says:

    scusate. ma i miei punti millemiglia che fine fanno? come si collocano all’interno della trattativa? attenzione eh… se me li bruciate mi incaxxo come una biscia! [o come un panda?!]
    a gasperi’… nun tratta’ male gli ospitti. 😀

    ps. marchesedelgrillotop10

  7. stanley Says:

    punti millemiglia? ma se viaggi gratis a spese del datore di lavoro (il cui nome non si può fare per ovvi motivi di privacy….)?

  8. w4lls Says:

    come le “guadagno” non c’entra 😀 vorrei poterle spendere a prescindere 😉

  9. stanley Says:

    Vergognati! 😉 Povera (ALI)talia…. :))

  10. w4lls Says:

    “Il governo -scrive Veltroni nella lettera indirizzata a Berlusconi- deve favorire con una sua iniziativa urgente il riposizionamento di tutti gli attori. Ci sono tre strade possibili: la prima e’ che la Cai faccia un passo in avanti verso le posizioni espresse dai sindacati, come le indubbie condizioni di vantaggio ad essa offerte dal decreto del governo consentono e richiedono. La seconda e’ che ci si attivi per riprendere i fili di quei negoziati con soggetti esteri, che, da soli o con Cai, potrebbero acquisire, rispondendo al bando tardivamente pubblicato dal commissario, un ruolo rilevante nella salvezza e nello sviluppo di Alitalia”.
    “La terza -si legge nella lettera- e’ che il commissario, in rappresentanza di Alitalia, e su preciso mandato del governo, concluda immediatamente e positivamente una intesa con tutti i sindacati consentendo cosi’ poi a Cai e/o a compagnie aeree straniere di acquisire Alitalia, garantendone la sopravvivenza”. “Il nostro giudizio sulla vicenda della nostra compagnia nazionale -sottolinea il segretario del Pd- e’ molto severo ma questo non ci impedisce di operare positivamente, come sempre, nell’interesse esclusivo del paese”.

    [forse vuole evitare il fallimento di Alitalia perche’ non sa come rientrare dal NYC? Scontato e banale!]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: