Invasione Barbarica

by

Mezza bottiglia di Amaro del Capo è andata. Stasera c’è qualcosa di molto più amaro. Qualche cicca spenta lanciata dal balcone. Di nascosto, lontano nella notte, mentre Cana è di guardia. I rantoli che salgono su per le scale sono coltellate lancinanti. I pensieri affogano nell’ennesima gassosa a caffé, fida compagna. Le casse che arrivavano a Roma ce le mandava Ziocì. Ci voleva bene. Anche troppo. Eravamo uno dei pochi pensieri che gli erano rimasti dopo la pensione, insieme al partito, alla nonna e alla Settimana Enigmistica. Le birre e il tonno, i torroni e le noccioline, il Capo e la Brasilena, le famigerate penne lisce De Cecco. 

L’ultima volta che è venuto a prendermi alla stazione Ziocì mi chiedeva speranzoso: “Che dici, ce la facciamo stavolta con Veltroni?”, col suo solito, incrollabile, incosciente ottimismo politico, ancora ignaro di non poter neppure andare a votare.  Confesso che il mio voto del 13 aprile, mai così travagliato, alla fine è andato alla banda Veltroni perché Ziocì lo considerava (indubbiamente a torto) la panacea di tutti i mali. Un po’ come lo sguardo rassicurante di mio padre in questi ultimi giorni di sofferenza.

Sono felice di aver visto sorridere Ziocì l’ultima volta mentre gli stringevo la mano tremante. Adesso ci saranno i momenti peggiori, la triste prassi funeralizia del profondo Sud. Il corvo nero è già arrivato per un’estrema unzione mai così falsa. Le vecchie préfiche locali a stracciarsi le vesti intorno al feretro. I bulloni pronti a essere avvitati e ad ingoiarlo per sempre.

Quando tutto sarà finito, anche il secondo cancro familiare potrà andare in soffitta. Io potrò ricominciare a usare i miei iperbolici “agghiacciante” e “imbarazzante” senza che “‘u prohessore”, nei panni stavolta del mio vecchio maestro elementare, mi possa più cazziare, denunciandomi per il grave reato di “uso di aggettivazione impropria”.

Ziocì, scaccia via le ansie e le paure che ti hanno sempre divorato. Chiudi gli occhi serenamente e preparati al viaggio più lungo.

È tardi e mi stappo l’ultima gassosa a caffé. Buonanotte Ziocì. E buon cammino…

Annunci

Tag: , , ,

4 Risposte to “Invasione Barbarica”

  1. sally Says:

    Un bacio a te e Ciccio…

  2. the rethor Says:

    good night. and good luck.

  3. w4lls Says:

    .

  4. Clara Says:


    leggo di lutti
    vi lascio un saluto
    vi penso, anche se sono un po’ assente.
    baci a tutti.
    C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: