Archive for 4 settembre 2007

Viaggio al termine delle notti di agosto…

4 settembre, 2007

L’abbiamo già scritto. L’avrete già capito. Il nostro agosto è stato un mese di merda. Soprattutto la seconda metà. Forse perché eravamo lontani dalla casa. Forse perché eravamo lontani dagli altri avventori del blog. Forse per la perenne incertezza che regna intorno alla nostra casa romana, sempre in bilico tra noi e un mediocre ritorno nelle mani del proprietario.

Agosto è stato un mese di merda perché tutti gli abitanti della casa hanno frequentato a vario titolo un ospedale. Chi per cose di poco conto, chi per cose ben più serie. Alcuni per sé e per i propri malanni, alcuni per familiari molto vicini. Frequentare gli ospedali, si sa, non è una gran fortuna. Soprattutto quando si tratta di palazzoni costruiti nel deserto o di covi di dolore e di rifiuti, di speranze e di cicche spente. Di ospedali del sud, insomma. E poi le notti insonni ad aspettare notizie, al riparo dal dolore ma esposti a petto nudo davanti al dramma della distanza, dell’incapacità di darsi pace, dell’impossibilità di capire a centinaia di chilometri come stiano esattamente le cose. Come spesso avviene in questi momenti, le amicizie si cementano ancor di più. Sono le notti trascorse insieme a vegliare o a gozzovigliare il termometro dell’amicizia.

img00293.jpg

Policlinico di Bari – Atrio di Chirurgia

Vabbé, per non scoglionarvi ulteriormente, forse è meglio tornare al quotidiano. Ci sono un po’ di novità nella casa.

  • Intanto siamo tornati con un Gingillo “insolitamente” stracarico di roba. Da mangiare, evidentemente. W4lls è rimasto abbastanza sconvolto al momento del nostro arrivo. E mancava Cana_Man, che ha risalito la penisola qualche giorno dopo con un altro bastimento di roba. 

img00287.jpg

Gingillo Sold Out

  • Questo sarà quasi sicuramente e quasi ufficialmente il nostro ultimo anno nella casa. Poi, chissà…

  • Abbiamo un nuovo, splendido frigo dove ficcare tutte le nostre riserve alimentari. Fornito dal proprietario di casa che è stato ringraziato a dovere. Abbiamo anche un nuovo forno coolissimo dove ficcare e cuocere le riserve alimentari di cui sopra. Ci è stato fornito da mamma-Mukka che non smetteremo di ringraziare per questo e per tutti i pranzetti luculliani estivi.

  • Last but not least. La casa è rimasta orfana di un pezzo, l’ultimo arrivato. Half Charge è andata per la sua strada senza una spiegazione e senza un perché. Portando via tutta l’amicizia ricevuta e lasciando dietro di sé solo terra bruciata. Natuaralmente, com’è nello stile della casa, le auguriamo un buon cammino ovunque lei vada. Certo adesso chi cazzo ce lo lava il cesso?