Slurp!?!? No… gulp! :-(

by

“Ci rivolgiamo a voi con una richiesta di miglioramento della qualità della vita in Senato. La buvette non è provvista di gelati. Noi pensiamo che sarebbe utile che lo fosse e siamo certi di interpretare in questo il desiderio di molti. E’ possibile provvedere? Si tratterebbe di adeguare i servizi del Senato alle esigenze della normale vita quotidiana delle persone. In attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti”

Firmato
il senatore Rocco Buttiglione, (filosofo dell’Udc)
la senatrice Albertina Soliani, (prodiana emiliana)

Naturalmente se passerà non sarà un gelato qualsiasi… ma “degno” del Senato…

Tanti pensieri mi vengono in mente… il sangue “parte per la tangente”… vuol salire su, x la giugulare… faccio fatica a mandarlo indietro… non voglio incazzarmi… dico solo e semplicemente indegni!

 Questa la mia proposta!

Annunci

7 Risposte to “Slurp!?!? No… gulp! :-(”

  1. br4d Says:

    quando si parla di queste cose rischi sempre di essere additato come populista o peggio come qualunquista…certo è che oggi mi sento populista barra qualunquista pure io…e a culo tutto il resto.

  2. stanley Says:

    visto che in Senato non votano mai e sono costretti a stare ore intere in bouvette a discutere, col caldo che fa questi giorni è più che giusto che i vecchietti si dotino di gelati belli freschi.
    tanto è vero che la proposta è trasversale ai 2 poli, dunque è un’esigenza condivisa dal Paese intiero.

    p.s. pare che i gelati manchino perchè nell’unico freezer disponibile ci tengono la RitaLeviMontalcini.

  3. w4lls Says:

    uah uah uah … questa ipotesi non l’avevo presa in considerazione!! grande stanley! 😀

  4. political maniac Says:

    “come qualcuno forse ricorda, in quegli anni si parlava moltissimo di automazione, di produttività, di seconda rivoluzione industriale e di umane relazioni. pareva che tutti i rapporti, produttivi e umani, dovessero cambiare, mentre poi hanno ricominciato – e forse non avevano mai smesso – a prendere gli operai, senza tante inutili storie, a calci nel culo.” (bianciardi 1962).
    dici: che c’entra? secondo me centra.
    a chi ama il gelato. a chi ama gli operai. a chi ama la politica (tutta un’altra, però). a chi non ha smesso, da quegli anni, di prendersi nel culo pure il gelato.

  5. halfcharge Says:

    E mentre i senatori sonnecchiano vagheggiando ghiottonerie, c’è chi, in un sorprendente angolo di Prati, dove il tempo sembra non essere passato, dove l’aria è popolare (ed è più facile sognare, diceva qualcuno…) si prende a gavettoni, assalta le fontane e balla in mezzo agli incroci, perchè la scuola, per quest’anno, è finita…
    E ti chiedi se qualcuno di quegli idioti che stanno seduti alla buvette (ma non serve arrivare così in alto) abbia mai assaporato l’emozione che può attraversarti quando in una pausa pranzo qualsiasi, seduto su una panchina, in un cortile su cui si affacciano edifici austeri di inizio secolo, a cui ancora non è stato rubato il fascino e l’autenticità, ti capita di voltarti un attimo e lì tra le fronde degli alberi scorgere quella Cupola, accarezzata da nuvole cappricciose…
    Ma che te lo dico a fa’????

  6. political maniac Says:

    …l’aria di prati popolare??? mah!
    😉 bella…

  7. halfcharge Says:

    Infatti ho parlato di “un sorprendente angolo di Prati”, giusto per evitare obiezioni che sono arrivate comunque, ahahahahahahah 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: